giovedì 6 gennaio 2011

parlare e scrivere bene

In alcuni siti di signore, quando si deve scrivere "tutti" per intendere tutti e tutte, si preferisce scrivere "tutt*". Quell'esoterico segno mi ha tratta in inganno più di una volta, poi mi sono detta che tutti quegli asterischi non potevano essere un refuso, e finalmente ho compreso. La cosa mi ha provocato lo stesso sconcerto di cui caddi preda la prima volta che, giovanissima, vidi scritta in un testo la parola alterata "D -o". In entrambi i casi l'effetto più comico si raggiunge trasferendo lo scritto nel pronunciato. Provate a profferire "tutt" senza sembrare Paperino incazzato e mantenendovi seri. Pardon, "ser*".

1 commento:

Davide Giletta ha detto...

Concordo In Pieno!