martedì 7 febbraio 2012

non deve mancare nello scaffale di chi vuole scrivere

Food processor
ed è bene ribadirlo: il Ricettario di scrittura creativa di Stefano Brugnolo e Giulio Mozzi va acquistato e usato come si fa con i libri di cucina più comodi da usare, quelli che tieni sempre a portata di mano e sai che ti saranno utili per sempre.
Word processor
perché poi, nel turbinio di consigli e trucchi attinenti allo scrivere che a ogni pie' sospinto si incontrano in libreria e nel web, si rischia di dimenticare l'esistenza di questo solido volume, anche bello perché rilegato in brossura olandese, per inseguire le sirene dei parvenus. no, signori, quello da comprare per primo è ancora questo.

contiene:

- Le scritture dell'intimità
- Descrivere e spiegare
- Dibattiti, invettive, paradossi, invenzioni assurde ed altro
- Antimondi, terre fantastiche, isole non trovate
- Parodie e riscritture
- Straniamenti
- Monologhi, dialoghi, chiacchiere, sproloqui
- Le forme del narrare
- Versi, strofe, rime, accenti, ritmi
- Le forme della poesia
- Collage, manomissioni, variazioni sul tema, manipolazioni
- Dizionari, cataloghi, classificazioni, inventari
- Giochi, divertimenti, passatempi, tenzoni verbali

4 commenti:

fiordicactus ha detto...

Lo vado a cercare . . . mi piacciono i "ricettari" e questo mi sembra utile per scrivere, con più gusto! :-)

Ciao, Fior

aa ha detto...

ciao, fior. ti piacerà, credimi. ti farà anche ridere.

rhino ha detto...

io ce l'ho, ma mi mancano gli ingredienti: uffa, sono sempre a pag 23 della mia torta...

aa ha detto...

no, a te non mancano gli ingredienti: li disperdi solo un po'. se solo ti mettessi seriamente a cucinare ne vedremmo delle belle.