domenica 25 novembre 2012

sono solo parole (no, non è noemi)

le parole, nel kindle, sono disincarnate, gemme prive del castone della grafica e della legatoria. il kindle, nella sua versione più spartana, non concede possibilità di distrazione.

2 commenti:

kalz ha detto...

Lettura ascetica :-)

Alessandro Madeddu ha detto...

Dicono che i tablet sostituiranno gli ereader come dispositivi di lettura. Secondo me sbagliano: proprio perché il tablet diffonde a piene mani le occasioni di distrazione :)